Assistenza al volo

CTR | 05.04.2011

Perdonate l'intrusione, ma da esperto del settore vorrei evidenziare un possibile problema: siamo certi che tutte le compagnie nominate nel ventaglio delle papabili utilizzatrici dell'aeroporto di Biolzano siano disposte ad operarvi con un servizio di assistenza al volo ancora ridotto al solo servizio AFIS (servizio di informazioni di aerodromo)?
La tendenza sempre più consolidata rivela che le compagnie aeree - almeno quelle serie e dotate di un accettabile programma di safety - richiedono l'istituzione di un servizio di controllo del traffico aereo sugli scali interessati dai propri voli. Ebbene, ricordo che l'aeroporto di Bolzano è tuttora un aeroporto non controllato, nonostante sia da quasi un decennio meta di voli commerciali (ciò in contrasto con le raccomandazioni dell'ICAO, l'organizzazione internazionale per l'aviazione civile).
A parte Air Alps che da questa limitazione trae solo vantaggi (un eventuale servizio di controllo di aerodromo potrebbe realmente rappresentare l'ago della bilancia per confermare l'interesse di altri vettori e significherebbe l'arrivo di concorrenza, probabilmente letale per le sorti della già sofferente compagnia), la tanto auspicata concorrenza difficilmente accetterebbe un servizio, come l'attuale AFIS, insufficiente a garantire un adeguato livello di sicurezza delle operazioni sullo scalo bolzanino.
Riassumendo: bene prolungare la pista e ammodernare la struttura, ma attenzione a non restare al palo con i servizi da offrire all'utenza, assistenza al volo in primis. Doveroso quindi che la politica locale si muova al più presto per esercitare le dovute pressioni su ENAV SpA (l'Ente Nazionale che fornisce i servizi di assistenza al volo sulla quasi totalità degli aeroporti civili italiani) al fine di istituire al più presto un servizio di controllo del traffico aereo sull'aeroporto di Bolzano, servizio già ora necessario, ma ancora più indispenasbile in vista delle future esigenze dello scalo.

Nuovo commento